Attento a come ti muovi

Il movimento è l’azione di un sistema fisiologico

Il movimento è l’azione di un sistema fisiologico che muove l’intero corpo o le parti che lo compongono: sistemi muscolo scheletrici, cardio-polmonare e metabolico.

Il mantenimento e il recupero di precisi movimenti in segmenti specifici è la chiave per la prevenzione o la cura del dolore muscolo scheletrico. Nel sistema meccanico, la longevità delle componenti e l’efficienza della performance richiedono il mantenimento di precisi movimenti dei segmenti rotatori.

Nell’uomo sono necessarie sollecitazioni graduali delle componenti per garantire il loro stato ottimale di salute e, addirittura , migliorare la forza dei tessuti coinvolti . La richiesta di sollecitazioni ha dei limiti che determinano il range all’interno del quale essa fornirà un aiuto o rappresenterà un danno per la salute dei tessuti. La perdita della precisione nel movimento può dare inizio a un ciclo di eventi che causano modificazioni tissutali che progrediscono da microtraumi a microtraumi.

Come per ogni altro sistema meccanico, l’allineamento ideale facilita il movimento ottimale. In presenza di una sua alterazione, prima che inizi il movimento, è indispensabile attuare una correzione, al fine di raggiungere la configurazione ideale che dovrà essere poi mantenuta nel corso del movimento stesso . Tuttavia si può supporre che migliore è l’allineamento dei segmenti scheletrici, migliore sarà la performance degli elementi di controllo, quali il sistema muscolare e nervoso. Inoltre se l’allineamento è quello ideale, esiste una minor possibilità che si determinino microtraumi alle articolazioni e alle strutture di sostegno

Quando i movimenti vengono eseguiti non correttamente è ragionevole ritenere che, probabilmente, si verificheranno alterazioni di tipo degenerativo.

Una performance muscolare ottimale, ottenuta attraverso lievi aggiustamenti di lunghezza e forza dei muscoli e mediante la correzione degli schemi di reclutamento, produce e mantiene l’allineamento e l’equilibrio del movimento articolare.        

I concetti e i principi spiegano come i movimenti ripetuti e le posture sostenute nel tempo alterino le caratteristiche dei tessuti che modificano gli schemi del movimento, i quali, se inferiori rispetto all'ideale, possono essere la causa di disfunzioni. L’intervento di una attività motoria consiste nell'assegnare esercizi che comprendono l’esecuzione di movimenti ripetuti e il mantenimento di posture prolungate, con l’obiettivo di influenzare positivamente i tessuti. Si ottiene così il miglioramento della flessibilità, della forza e degli schemi di movimento, nel caso in cui gli esercizi vengano eseguiti per più di 30 minuti- 1 ora ogni giorno.

Non tutti i movimenti ripetuti e le posture sostenute portano, tuttavia, a cambiamenti positivi; basti pensare agli individui sedentari. anch'essi ripetono movimenti o mantengono posture per molte ore al giorno nel corso della loro attività quotidiana.

Quando i movimenti sono eseguiti erroneamente o la forza e la flessibilità sono compromesse, si verificano alterazioni negative a livello dei tessuti molli e della struttura ossea.

Di conseguenza è consigliabile e utile affidarsi solo a professionisti esperti che attraverso l’assegnazioni di esercizi mirati (esercizi individuali in sala pesi) o tecniche manipolative (osteopatia, massofisioterapia) sono in grado di gestire l’attività fisica, tutto ciò può avvenire anche attraverso la partecipazione ad attività di gruppo quali corsi di ginnastica posturale (Ginnastica dolce, Pilates , Feldenkrais ) o di tonificazione (Corpo libero;Tone up Cardio Gag)

Tutto ciò va accompagnato con una corretta alimentazione che va eseguita attraverso i consigli di professionisti qualificati.

Lascia una risposta

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*